Pubblicato il 14/12/2016

Dicembre 2016, troveremo sotto l'albero della Bolkestein novità o bugie?

Dicembre 2016, troveremo sotto l'albero della Bolkestein novità o bugie?

Natale è alle porte, il Governo promette rinvii fino al 2020, le regioni e le grandi città vogliono salvarci, ma la realtà è ben diversa...


Natale è alle porte, il Governo promette rinvii fino al 2020, le regioni e le grandi città vogliono salvarci, ma la realtà è ben diversa.

In questi mesi sembra successo di tutto, manifestazioni, incontri, riunioni, comuni e regioni che a gran voce hanno chiesto al governo di annullare o almeno prorogare l'applicazione della direttiva Bolkestein per gli ambulanti. Tutto questo mentre il termine per l'applicazione delle leggi emesse sia a livello nazionale che regionale si avvicina inesorabilmente..

Quindi tutto questo trambusto ha portato una sola novità cioè una promessa da parte del governo di prorogare la direttiva fino a fine 2020.

"Bella Notizia" mi sono detto appena visto il titolo dell'articolo che annunciava questa decisione, poi, però, ho letto bene quello che è stato realmente promesso, cito anche se forse non con le parole esatte:

"Ci impegneremo ad approvare una mozione d'urgenza per prendere in esame la possibilità di un eventuale rinvio sino al 2020"

In parole povere un governo, che sulla carta all'epoca era in sentore di dimissioni, ha promesso che penserà di valutare se c'è la possibilità di prendere in esame un eventuale rinvio...non so a voi ma a me sembra che non abbia promesso un bel niente, soprattutto se consideriamo i tempi stretti.

Ad oggi 13 dicembre 2016 non è ancora stato messo in agenda nulla dal governo!

Analizzando la cosa un pezzo alla volta questo significa che, anche se riuscissero ad approvare la mozione d'urgenza si andrebbe praticamente a ridosso di Natale solo per mettere in agenda del governo del tempo per analizzare il rinvio, e se va bene si andrebbe almeno ai primi di Gennaio.
A questo punto il governo analizzerebbe la situazione e se ritenesse legittimo il rinvio dovrebbe far partire l'iter bicamerale per autorizzare questo rinvio e si andrebbe almeno a fine gennaio-inizio febbraio. Se passasse il rinvio dovrebbero mettersi in moto i consigli regionali per modificare le norme sul commercio (circa un'altro mesetto) ed infine i vari comuni dovranno adattare le loro procedure alle nuove norme il che porterebbe il tutto verso Marzo/Aprile.

Si potrebbe dire "Meglio così che com'è adesso", peccato che alcune regioni siano già avanti con la procedura attuale, ad esempio in alcuni comuni della Lombardia i bandi che seguono la direttiva Bolkestein inizieranno il 9 Gennaio 2017!!!

Questo mio punto di vista è molto pessimistico, ma preferisco aspettarmi il peggio e dirvi le cose come stanno piuttosto che dare false speranze che potrebbero costare il posto di lavoro a qualcuno.

Ovviamente il Governo potrebbe stupirci con un decreto appena prima di Natale che risolva il tutto...ma se è di questo avviso mi domando perchè non l'abbia fatto prima.